Metriaclima sp. "membe deep"

Articoli ed approfondimenti sugli mbuna
Rispondi
Avatar utente
ilbuonlulu
Fondatore
Fondatore
Connesso: No
Messaggi: 2246
Iscritto il: 11/08/2015, 15:43
Città: Monteforte d'Alpone (VR)
Allevo ciclidi dal:: 2009
VASCHE
Vasca 200x50x50
Contatta:

Metriaclima sp. "membe deep"

Messaggio da ilbuonlulu » 09/07/2016, 17:22

Metriaclima sp. "membe deep"
membe coppia.jpg
coppia adulta F1
Visto 373 volte
Nel suo habitat naturale

Il Metriaclima sp.”membe deep” è endemico della costa nord-orientale di Likoma Island, nello specifico tra Membe Point e Maingano.
Vive nell’habitat intermedio di queste zone a profondità che variano tra i 15 e i 30 metri di profondità, dove sono presenti fondali ricchi di sedimenti. Come in molte specie presenti in medesimi habitat, le femmine sono di color giallo. Il maschio presenta una livrea che varia da un bianco ghiaccio ad un azzurro chiaro (in base allo stato dell’esemplare) con pinne e ventre di un nero molto marcato.
In natura i maschi si nutrono prevalentemente di aufwuchs mentre le femmine non disdegnano di nutrirsi spesso anche di plancton.
E’ una specie che, sebbene sia maschi che femmine abbiano delle livree molto appariscenti, non hanno mai avuto una grande esportazione, questo dovuto principalmente al fatto che ha una distribuzione molto limitata e che vive in profondità.
Come Metriaclima non è di grandissime dimensioni: maschio adulto 9 cm mentre femmine circa 8 cm.
mappa-membe3.jpg
Nella prima immagine posizione rispetto al Lago Malawi, nella seconda immagine Likoma Island con in evidenza zona Maingano Island.
Visto 381 volte
In acquario

Da subito questa specie mi ha colpito particolarmente quando la vidi a “Le Onde” un po’ di anni fa.
Negli anni in cui li ho allevati (e sto allevando) ho notato essere un ciclide di carattere adatto a convivere anche con specie quali grossi Maylandia, Labeotropheus, Melanochromis. Si fa rispettare ed ha bisogno di compagni di vasca sicuramente non troppo timidi per evitare di inibirli.
Come molti brucatori è molto territoriale quindi dobbiamo tenerne conto quando penseremo alla nostra popolazione.
Consiglio di allevare questa specie in vasche da almeno 150 cm di lunghezza adeguatamente allestite con rocce. Ho sempre tenuto il trio come formazione e mi sono sempre trovato bene senza avere perdite o scontri eccessivi.
A livello di alimentazione ho sempre mantenuto mangimi a base vegetale riducendo la somministrazione di proteico, anche a causa della facilità degli esemplari di questa specie a sformarsi con facilità.
Le riproduzioni in cattività non sono semplicissime (non solo nel mio caso ma anche da esperienze riportate da altri appassionati), personalmente in 6-7 anni che li allevo solo un 3-4 volte la femmina è riuscita a portare a termine l’incubazione. Ho notato, osservazione derivante da mia singola esperienza personale, la tendenza ad accoppiarsi a temperature “fisse” (23°-24°), con meno elasticità rispetto alle altre specie mbuna.
Nelle diverse esperienze avuto il maschio tendeva ad accoppiarsi sempre con la stessa femmina, nonostante in vasche ne fossero presenti altre di medesime dimensioni e provenienza.

Foto esemplari:
membedeep1.jpg
maschio adulto F2
Visto 373 volte
membedeep2.jpg
femmina adulta F2
Visto 373 volte
Luca

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite