Cynotilapia aurifrons

Articoli ed approfondimenti sugli mbuna
Rispondi
Avatar utente
Benny
Fondatore
Fondatore
Connesso: No
Messaggi: 4707
Iscritto il: 26/07/2015, 22:30
Città: Altavilla Vicentina
Allevo ciclidi dal:: 2011
Socio AIC numero: 1454
VASCHE
Vasca 100x45x60
Vasca 250x70x56
Vasca 160x60x56
Vasca Avannottiera
Contatta:

Cynotilapia aurifrons

Messaggio da Benny » 06/10/2015, 14:57

Il nome di questa specie deriva dal latino auri che indica d'oro o meglio dorato e frons ossia fronte quindi nome che fa riferimento alla tipica colorazione del maschio.
In questa specie sono stati inseriti tutte le forme geografiche che Ribbink nel 1983 definì "Mbamba". La scelta di sostituire il nome "Mbamba" nasce dal fatto che la specie tipo è stata pescata sulla costa nordovest del lago mentre Mbamba si trova nella zona centro orientale ed anche perchè la specie pescata a Mbamba potrebbe entrare, in futuro, in un'altra subspecie da cui prenderebbe il nome. In questo modo il nome è preservato per future catalogazioni.

Descizione generale

Con una misura standard di circa 71mm, questa Cynotilapia è quindi un piccolo mbuna che presenta un corpo compatto e mediamente profondo.
Il profilo dorsale è leggermente curvo mentre quello ventrale è dritto. La pinna dorsale è ampia in entrambi i sessi solo che la parte molle dei raggi, nei maschi, è più ampia. La pinna caudale ha i lobi arrotondati. La testa presenta una leggera concavità tra l'occhio e la mascella superiore, il muso è corto, bocca leggermente prognata.
I Denti, disposti su 2-3 file, sono conici su entrambe le mascelle, curvati verso l'interno e sono più grandi davanti mentre descrescono tra sinfisi e l'angolo della bocca; i denti delle file interne sono più radi e di dimensioni più piccole rispetto a quelli della fila più esterna.
Le scaglie sono di tipo Cicloide e sono disposte in 2-3 file sulla guancia.

I Maschi dominanti presentano principalmente una colorazione del corpo che va dal marrone-nero a tutto nero con residi del pattern melaninico di colorazione blu brillante. Presenta 8-9 verticali barre scure sui lati del corpo con la prima, subito dietro opercolo, che è leggermente inclinata anteriormente. Normalmente la pinna dorsale non ha barre.
La maschera cefalica è quasi completamente nera, con due barre gialle e blu sull'interorbitale.
La colorazione di base della pinna dorsale è l'azzurro con una banda giallo limone, le falde sono biancastre mentre la parte molle della dorsale è scura ed è punteggiata di macchie gialle simili agli ocelli anali anche se di dimensioni molto inferiori.
La pinna anale è scura con bordo biancastro, sono presenti 3-6 ocelli anali gialli ben delineati.
Le pinne pelviche sono scure tranne che per un sottile banda marginale, blu-bianco. La pinna caudale è blu con strisce nere sottili lungo i raggi e lungo i bordi inferiori e superiori.

Le Femmine presentano una colorazione marrone ed è spesso presente una tonalità verdastra in particolare sulle barre inter-orbitali, presenta macchie gialle sulla pinna dorsale sulla caudale e sulla fronte e, come nei maschi, sono presenti sull'anale degli ocelli anche se sono più piccoli.

Per quanto riguarda la distribuzione secondo Ribbink et al. (1983) e Konings (2001, 2007), la specie è ampiamente diffusa in tutto lago. Si sono trovati esemplari in località intorno a Likoma Island e in gran parte della costa occidentale. E' presente a Mphanga Rock sulla costa nord-occidentale e in diverse località in Tanzania. Le diverse varietà geografiche prendono il nome dalla località in cui la forma è stata osservata.

Annoveriamo in questa specie:

Cynotilapia aurifrons "Chilumba"
Cynotilapia aurifrons "Chitande"
Cynotilapia aurifrons "Katale"
Cynotilapia aurifrons "Lupingu"
Cynotilapia aurifrons "Luwino"
Cynotilapia aurifrons "Mdoka"
Cynotilapia aurifrons "Mphanga"
Cynotilapia aurifrons "Nkhata Bay"

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite